Giovedì 21 Ottobre 2021
ore 21,00

IGNOTO

MILITI

Sala “Dante Belotti”
sede A.N.A. Sez. di Milano
Milano - Via V. Monti, 36
Ingresso da Via Rovani

Conferenza

Relatori
Col. Lorenzo Cadeddu

Prof. Marco Cimmino

Sarà possibile partecipare all'evento anche attraverso Google Meet.
Per accreditarsi scrivere a: eventi@alpinimilanocentro.it

La serata sarà registrata ed in seguito sarà disponibile
sul nostro canale YouTube:
Comitato per il Centenario Grande Guerra


Primavera del 1921, il colonnello d’artiglieria Giulio Douhet, italianissimo nonostante il nome, dalle colonne del settimanale “Dovere” di cui era direttore, lanciò l’idea di onorare i sacrifici e gli eroismi della collettività nazionale nella salma di un soldato sconosciuto che rappresentasse idealmente il marito, il figlio, il padre di quanti non avevano la possibilità di onorare le spoglie mai ritrovate del familiare disperso. Finalmente, nell’agosto del 1921 il disegno di legge venne presentato alle Camere e discusso: relatori l’On. Cesare Maria De Vecchi a Montecitorio e il Sen. Del Giudice a Palazzo Madama. L’11 agosto il provvedimento veniva promulgato con il numero 1075 divenendo operante.
Il testo licenziato affidava al Ministro della Guerra la definizione
delle modalità esecutive per la designazione e per le onoranze da rendere alla salma del caduto senza nome.
Questo è solo l'inizio di un percorso storico in cui i due relatori ci condurranno alla conoscenza ed all'essenza del Milite Ignoto, simbolo e testimonianza assoluta del dovere verso la Patria e dell'appartenenza alla Nazione.

Lorenzo Cadeddu
Colonnello dell'Esercito nella riserva e Presidente del Centro Studi Storico Militari sulla Grande Guerra “Piero Pieri”. Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana, e insignito della Medaglia Mauriziana per dieci lustri di servizio, collabora con l'Ufficio Storico dello Stato Maggiore dell'Esercito e con quotidiani e periodici su argomenti relativi alla prima guerra mondiale. Autore di numerose pubblicazioni relative alla Grande Guerra, ha organizzato vari Convegni Internazionali su battaglie significative del conflitto.

Marco Cimmino
Docente di lettere e storia per professione, saggista appassionato, si dedica da sempre alla divulgazione storica. Gran parte della sua attività editoriale verte sullo sviluppo della guerra moderna, specificatamente nel corso dei due conflitti mondiali, e all'importanza della scienza logistica nel confronto bellico. Una particolare attenzione viene riservata nei suoi lavori all'impiego tattico delle truppe da montagna. Socio accademico del GISM (Gruppo Italiano Scrittori di Montagna) dal 2012, dal 2010 membro della Società del Museo Storico Italiano della Guerra di Rovereto, membro della Società Italiana di Storia Militare nel 2014 è anche componente di diversi comitati scientifici (CS regionale per la promozione e valorizzazione del patrimonio storico della prima guerra mondiale in Lombardia, del Comitato per il Centenario del Gruppo alpini Milano Centro, CS scientifico del Festival Internazionale della Storia di Gorizia). Curatore delle memorie del capitano Nino Calvi, di Ljudevit Pivko ed Erwin Rommel.